Sedentari

FacebooktwittermailFacebooktwittermail
dieta per sedentari

Sedentarietà

A volte il nostro lavoro ci costringe ad assumere uno stile di vita sedentario. Molti sono gli impieghi che richiedono al lavoratore di stare perennemente seduto 8 o più ore al giorno, magari davanti ad uno schermo.

Questo incide moltissimo sulla nostra salute. Nel 2014, l’OMS (Ministero Mondiale della Salute) ha dichiarato che l’inattività fisica è il quarto fattore mondiale di rischio per la mortalità. La vita sedentaria infatti, aumenterebbe il rischio per diverse malattie come quelle cardiovascolari, il diabete e i tumori.

Quanto muoversi?

L’intensità dell’attività fisica consigliata varia a seconda delle persone. Per risultare benefica per la salute, ogni attività dovrebbe essere praticata in diverse sessioni di almeno 10 minuti di durata.
L’OMS raccomanda:

  • per bambini e adolescenti: 60 minuti al giorno di attività di intensità da moderata a vigorosa;
  • per gli adulti (dai 18 anni): 150 minuti a settimana di attività di intensità moderata.

Perché muoversi?

Gli effetti benefici dell’attività fisica sono molteplici; oltre al minor rischio di malattie sopracitate, abbiamo: un aumento del metabolismo, un aumento dell’equilibrio, della resistenza muscolare (cosa molto importante tra gli anziani) ed una maggior resistenza ossea.

Consigli

Ecco a voi dei piccoli e banali consigli che possono aiutarvi a muovervi quel poco in più ogni giorno.

  • Non usare l’ascensore o le scali mobili ma fai le scale.
  • Non parcheggiare vicino al posto di lavoro
  • Scendi dall’autobus una fermata prima
  • Mentre aspetti il bus cammina a piedi per una fermata.
  • Fai le commissioni a piedi o in bici.
  • Porta a spasso il cane
  • Gioca in giardino con i tuoi figli
  • Fate passeggiate a passo veloce: bisognerebbe camminare almeno 30-40 minuti al giorno.

In che modo alimentarsi

Proprio considerando le innumerevoli implicazioni sulla salute, che questo stile di vita comporta, è bene limitare i danni, mangiando in modo corretto ed equilibrato.
Ecco allora di seguito dei semplici consigli:

  • Assumi 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura. Assicuriamoci di assumere il giusto quantitativo di fibre, vitamine e Sali minerali.
  • Evita di seguire una dieta monotona.
    • Non portarti sempre il solito panino con affettati, cerca di variare tra i secondi.
    • Con la frutta e la verdura puoi aiutarti scegliendo alimenti con colori diversi (rossa, arancio, blu-viola, bianca e verde). Si è vista una corrispondenza tra colori e nutrienti contenuti all’interno degli alimenti.
  • Cerca di fare sempre 5 pasti al giorno, questo ti permetterà di arrivare ai pasti meno affamato e di mantenere sempre attivo il tuo metabolismo.
  • Non mangiare davanti al monitor. A volte il lavoro (o i datori di lavoro) ci costringono a dei ritmi disumani. È importante comunque ritagliarsi del tempo. Bastano 10 minuti di pausa per mangiare con più consapevolezza e meno stress.
    Quando mangiamo velocemente ed in maniera distratta, questo non fa percepire realmente al nostro cervello ciò che stiamo facendo, lasciandoci un senso di insoddisfazione, che a volte viene riempito una volta arrivati a casa.
FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.